I 50 anni del San Domenico di Imola (a Milano)

ho raccontato di un notevole pranzo allo storico stellato di Imola qualche settimana fa. Abbiamo deciso di riprovare la sua cucina a Identità Golose domenica scorsa. I tortellini fritti sono davvero sfiziosi, buoni anche i bon bon di parmigiano e mousse di mortadella e la cozza, crema di prezzemolo e nocciole tostate

ho scelto come immagine in evidenza il pasticcio di fegato d’oca in terrina, tartufo nero e brioche tostata, scioglievole ed intenso. Scampi e caviale con emulsione di patata

hanno preceduto il mitico uovo in raviolo, condito con burro di malga, parmigiano dolce e tartufo di stagione. Non mi ripeto, è un piatto eccezionale. Notevole anche il riso mantecato con cipolla tostata, ristretto di sugo d’arrosto caramellato allo zucchero di canna

tenerissimo il controfiletto di vitello Nino Bergese con crema di latte al guanciale affumicato

e per finire una golosa torta fiorentina Nino Bergese con sorbetto alla pera

una cena eccezionale, anche se in uno strano contesto, di coprifuoco alle 23 e nell’ultimo giorno di apertura serale dei ristoranti comunicata il giorno stesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.