Lele Usai a Identità golose

siamo tornati a Identità golose per provare la cucina dello chef Lele Usai, una stella Michelin a Fiumicino con il suo locale Il Tino

la cena è iniziata con un bonbon di mozzarella e un calice di uno strepitoso Champagne, il Veuve Cliquot Saint Pétersbourg. Ottimo il pane servito caldo, con farina Petra Evolutiva

ho scelto come immagine in evidenza il Giardino iodato, pesce crudo e erbe aromatiche, molto bello da vedere e un trionfo di sapori in bocca. Si passa poi ai bottoncini di gamberi rosa di Fiumicino e zafferano. I gamberi all’interno sono una tartare e viene proposto in accompagnamento un dashi. Deliziosi, abbinati a un (banale) Soave Allegrini

come secondo piatto, broccoli e arzilla, una rivisitazione della classica minestra romana, che non conoscevo. Bello e buono, con una fresca Falanghina campana

il dessert è stato una piacevole sorpresa. Da “tradizionalista” e grande amante del cioccolato avevo qualche perplessità sul semifreddo alle erbe aromatiche con un drink a base di vodka e sciroppo alle erbe

mi sono dovuta ricredere: eccezionale il semifreddo e azzeccato l’abbinamento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.