Philippe Léveillé a Identità Golose

appena abbiamo letto della presenza a Identità Golose dello chef due stelle Michelin Léveillé abbiamo prenotato

la cena di ieri sera è stata la prima fuori casa dopo tre mesi. Siamo stati tante volte tentati dalla proposte di Identità Golose, ma non c’eravamo mai stati. Bella la veranda, anche con la pioggia

20200604_193836669005343870100303.jpg

prima di partire con il menu e i relativi abbinamenti

20200526_171634-24958043583599963874.jpg

ci hanno portato dei mini taco con salmone e crema di avocado e dei rotolini di ricciola con sesamo tostato. E poi “La fine di un’insalata di pomodoro”, un omaggio al padre dello chef, che voleva essere l’ultimo ad essere servito per poter fare la scarpetta. Acqua di pomodoro versata su crostini di focaccia croccanti insaporiti con gocce di maionese, pesto verde e salsa alle acciughe. Nel pomodoro c’era anche una granita. Il piatto ci ha riportato ad un pranzo stellato provenzale di due estati fa – diversi tipi di pomodoro in varie consistenze

secondo antipasto l’anguilla croccante con salsa Teriyaki, guacamole, cipolla rossa, prima di passare allo spaghetto freddo affumicato con crema di vitello e ostriche e caviale. Il “cubismo” di bollito misto è formato da tanti cubotti di carne, verdure, gelatine e salsa verde. Per finire “burro, burro e ancora burro”: una sfoglia tipica bretone con mele al Calvados, quenelle di gelato al caramello e salsa ancora al caramello

queste sono le mie foto, con qualche difetto

queste sono invece le ufficiali di alcuni piatti

uscendo abbiamo salutato lo chef

20200604_22055302346637038709151784.jpg

tutto sublime, dalla freschezza iniziale del pomodoro fino alla ricchezza finale del dessert, espressione della terra d’origine dello chef. Originale in particolare il bollito misto. Ho apprezzato meno lo spaghetto, perché fatico in genere con la pasta fredda (ma è un mio limite personale, era comunque ottimo). Abbinamenti con i vini tutti azzeccati. Andremo nel suo ristorante a provare altri piatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.