Il lato dolce di Iginio Massari

il libro di Massari si apre con utensili e foto varie, dopo la prefazione dell’illustre collega Pierre Hermé

una prima parte è dedicata a 20 dolci legati ad un familiare o amico o ad un evento particolare

si passa dall’infanzia del Maestro al suo incontro con la futura moglie, fino ad arrivare a figli e nipoti, passando per altri grandi nomi della pasticceria come Zoia e Biasetto

il plumcake al cioccolato è il dolce preferito dal figlio, c’è anche la ricetta, relativamente semplice, altre sono davvero complesse

la seconda parte del libro contiene invece ricette della tradizione, come il bonet, che proverò a fare, in questa versione

foto bellissime, qualche aneddoto divertente; una piacevole lettura per gli amanti del genere

io non ho mai seguito le sue trasmissioni televisive. L’ho visto per la prima volta al Salon du chocolat di Milano, poi sono stata due volte nella sua pasticceria a Brescia e in varie occasioni in quella milanese

tutto quello che ho assaggiato è sublime: le praline, le mignon, la torta Setteveli, il maritozzo, la bussolà. Mi manca il panettone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.